Della Crisi, Pensieri

Senza sorprese

Talvolta mi ritrovo in un ambiente o in un gruppo chiedendomi, al tempo stesso, per quale motivo mi trovi in quel posto o con quella gente.

Accade sempre quando mi rendo conto che la mia presenza fisica non contempla quella spirituale.

Eppure parlo, discuto, partecipo – apparentemente – vivamente alle questioni che si stanno affrontando.

In quel momento volo con la fantasia in posti e luoghi a me, in realtà, sconosciuti, ma riesco a mantenere vivi contemporaneamente i rapporti con chi mi circonda e con il mio sogno che vaga.

Resta appeso fermo in aria, come un rapace in attesa di cogliere una preda. Ma non sono ancora mai riuscito a catturar nulla, a portar a casa il bottino.

E’ sempre una caccia infruttuosa.  Mi manca forse il cinismo e la rapidità del rapace; mi manca forse quell’istinto di sopravvivenza che il tran-tran giornaliero assopisce con il suo senso di sicurezza, senza scossoni, senza sorprese.

 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...