Della libertà, i dieci comandamenti, Pensieri, Poesie

Non rubare

Aya

Mi sono dissetato alla fonte.

Mi sono sfamato dal rovo.

Mi sono vestito di rose.

 

E mi avete additato,

mi avete intimato

di restituire il maltolto.

 

Avete dato nome alle strade,

battezzato

fuori dal nome di Dio.

 

Avete messo le chiavi ai cancelli,

diviso gli uomini.

Per voce.

Per colore.

 

Avete segnato il confine,

scritto la vostra legge

in offesa alla legge di Dio.

 

Avete rubato la libertà

in difesa di quanto avevate.

Avete negato il godimento

di essere,

di costruire.

 

Predoni di sogni,

rifiuto d’anima,

oltraggio d’amore.

 

Il mia soglia è aperta,

passate pure

e vi donerò il mio soffio,

al riparo della mia ombra.

 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...