Dell'Amore, Della libertà, Poesie

Pudore

L’aria si diffonde nella stanza,

spinta dal vento,

non curante di me.

 

Le tende si dipanano,

lussuriose,

concedendo la scena alla strada.

 

Un uomo si aggira,

la luce dell’alba ne disegna

i contorni in un’ombra bigia.

 

Lame discrete di luce,

varcano le mie scuri,

riflettori sul mio scorcio di vita.

 

Chiudo i battenti,

imbarazzato dalla corruzione,

il riposo è la mia intimità.

 

Chiudo gli occhi,

riprendo il mio sogno osceno,

dal buio tutelato.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...